Il declino di Seat Pagine Gialle

Buongiorno Cari lettori,

oggi vorrei concentrare l’attenzione su un’azienda italiana molto grande che è entrata da un pò anche nel Web. Si tratta di Seat Pagine Gialle.

Seat Pagine Gialle

Seat Pagine Gialle

Purtroppo queste aziende italiane molto grandi, in un paese come il nostro, possono essere influenzate da persone che di correttezza non ne vogliono sapere.

In breve cosa è accaduto

E’ partito tutto dal 2003, quando Seat Pagine Gialle approvò il bilancio con un rosso di 32,4 milioni di Euro. Ma la cosa incredibile è che nel contempo approvò un dividendo straordinario di 3,578 milioni di Euro.

Un momento!!!

L’azienda è in rosso di oltre 32 milioni di Euro e approva un dividendo? cioè divide tra i soci del denaro? E quale denaro se è in rosso pesante?

Tra vicende riguardanti approvazioni di bilanci negativi, trattative per reintegrare alcuni milioni di euro, si arriva el 4 marzo 2014 dove l’assemblea degli azionisti delibera l’azione di responsabilità nei confronti di 17 ex amministratori della società, tra i quali l’ex amministratore delegato Luca Majocchi e l’ex presidente Enrico Giliberti. Questa azione è relativa al periodo di gestione finanziaria che va dal 2003 al 2012.

Tutto normale…o quasi…

Bene, dunque si sono trovati i “colpevoli” della cattiva gestione finanziaria. Si sono reintegrati circa 30 milioni di euro e ne mancano parecchi altri.

E’ difficile anche capire in realtà quanti soldi siano usciti dalle casse Seat, perché nell’articolo de Il Sole 24 Ore approfondisce qualche dato e numero. Ma soprattutto approfondisce l’intervento della Guardia di Finanza per l’inchiesta di Bancarotta Fraudolenta e l’interdizione per alcuni membri del consiglio di amministrazione Seat.

Sapete quale è stato il provvedimento esercitato contro gli 11 “cattivi amministratori”? 12 mesi di interdizione dalle attività imprenditoriali.

Non so se anche a voi sembra una presa in giro, ma purtroppo accade ancora tutto in Italia.

Abbiamo voluto scrivere un articolo simile per mostrarvi la differenza che passa tra una azienda del calibro di Seat Pagine Gialle con migliaia di clienti e il nostro Studio Seo Web Major che ha meno di 100 clienti.

La differenza sta nella gestione aziendale. E, quello che può interessare i clienti o i potenziali clienti è la gestione dei clienti.

Solitamente quando si fanno dei paragoni tra due aziende si guarda la grandezza. Nei settori specifici del lavoro, soprattutto nel Settore dei Servizi, e il Web tutto, è un servizio, le cose cambiano.

Non è che sono inversamente proporzionali, cioè non è che bisogna scegliere l’azienda che ha meno clienti possibile, ma scegliere uno studio web che può seguirci bene. Seguirci veramente, non solo a parole in fase contrattuale.

Insomma, in Italia le grandi aziende fanno il bello e il cattivo tempo, si raggruppano, si fondono, si sgretolano. Tutto sempre coperto da fondi, banche, Stato.

Invece quelle piccole o medie, devono combattere la battaglia quotidiana del mercato del lavoro che è fatto anche di questo.

Allora in definitiva, per la comunicazione delle aziende, della vostra azienda sul Web, il nostro, il mio consiglio è di rivolgersi ad uno studio web come Studio Seo Web Major, ovviamente. Direi, per essere professionale, con uno studio web preparato, noi preferiamo Web Major, ma potrebbe essere anche un’altra web agency. Se piccola,  cercare di capire se si ha a che fare con persone competenti.

Come capire se si ha a che fare con uno Studio Web Professionale

Studio Seo Marche, Abruzzo, Lazio

Studio Seo Web Major

Uno studio web professionale deve conoscere cosa sono:

  • Come si gestisce e si trasferisce un nome a dominio
  • Hosting, “Maintaining”
  • Realizzazione di un sito web
  • Piattaforme CMS per la realizzazione di un sito
  • Social Network
  • Blog
  • Google AdWords
  • Campagne Facebook

E’probabile che in Seat Pagine gialle i tecnici non siano molto preparati. I commerciali girano a vendere e riconfermare prodotti e servizi che non si capisce neanche cosa siano. E, soprattutto non sono spesso comprensibili dal target di clientela es: negozi di profumi, tabaccherie che hanno un mini sito che non sanno neanche a cosa serva e non lo vanno a consultare perché se ne dimenticano.

Il Web è fondamentale. Curarlo è importantissimo!!

La geolocalizzazione funziona nell’area geografica

Ciao a tutti cari amici e lettori,

Google si specializza sempre più…

La posizione nelle ricerche

La posizione nelle ricerche

Ma in cosa esattamente si concentra il più Grande Motore di Ricerca?

Nel capire quali sono i comportamenti che possono essergli utili ad assolvere al compito principale: Essere il più grande Motore di ricerca esistente nel Web.

E allora le domande, come si suol dire, spontanee sono: Come fa? Su cosa si focalizza?

Premesso che capire ben bene cosa fa “dietro le quinte” un colosso come Google non è proprio semplice, anche perché è ben radicato e direi ben ramificato. I suoi prodotti/servizi sono numerosi e i suoi strumenti per aumentare le performances di ciascuno sono parimenti numerosi.

Ma la cosa principale di questi ultimi anni che Google si sta dedicando a fare, è capire come si comportano “le cerchie” di persone, i gruppi di amici, le aggregazioni di persone che condividono la stessa passione.

Gli ultimi aggiornamenti agli algoritmi li ricordate?

  •  Google Panda per capire  il grado di pertinenza di una pagina alla ricerca di un utente
  • Google Penguin per contrastare la “keyword stuffing” ovvero scoprire le pagine i cui contenuti erano carichi di parole chiave ripetute per attirare l’attenzione dei Motori
  • Google Pigeon per geolocalizzare la ricerca dell’utente, o meglio offrire risposte a seconda della sua posizione geografica in base alla ricerca

E’ facile capire da Pigeon che Google intende offrire una risposta ancora più immediata. Cioè se sei a Roma e cerchi un ristorante, ti offro la risposta sul territorio di Roma, è immediata l’esperienza di ricerca ed è immediata anche la fase successiva, ovvero la tua azione.

geolocalizzazione

geolocalizzazione

Mi spiego meglio. La tua azione dopo la digitazione di una “query di ricerca” sarà certamente quella di consultare i contenuti offerti nei risultati. Quindi entrerai nei siti, portali, blog o social network che avrai come fonti, ma non finirà qui. Se cercherai un libro, potrai acquistarlo o informarti su quale libreria lo vende. Se cercherai un ristorante vorrai conoscere dove si trova, come si chiama, come si mangia e quanto si spende. Ancora se cercherai un’auto usata, vorrai sapere dove potrai andare a prenderla se deciderai di acquistarla.

Bene, Google a queste risposte in termini di Web, in termini “virtuali” vuole rispondere con la “concretezza” della vita reale. Indicando non solo le informazioni che ti servono, ma anche dove andare a fare o prendere ciò che hai cercato.

Geolocalizzare i risultati vuol dire offrire non solo la risposta teorica, ma anche la risposta pratica.

Quindi sei a Roma e vuoi mangiare in un ristorante di carne? In base alla tua posizione Google ti offrirà in risposta una lista di ristoranti di carne e ti indicherà le loro posizioni su Google Maps per raggiungerli subito dopo la tua ricerca.

Vuoi fare metano? La risposta sarà una lista di distributori con la loro localizzazione per andare e mettere metano.

I risultati “non-geolocalizzati” o per capirci “assoluti” non avranno senso?

Sì che lo avranno. Infatti se cerchi un libro non scriverai libreria Merano, ma il nome del libro, quindi successivamente cercherai la libreria vicina…ed ecco che subentrerà la “posizione” nella quale ti trovi.

Ma allora anche se vuoi aprire un’attività sul Web dovrai tenere conto di questo? certamente, ecco perché ci sono professionisti che lavorano sul Web dedicati a realizzare siti web che vengano considerati e localizzati da Google. Ecco perché noi di Web Major studiamo e scriviamo a proposito di questo e di altro, insomma di tutto ciò che riguarda il mondo del Web.

L’evoluzione di Google è’ sicuramente qualcosa di bello ed intelligente che possiamo solo apprezzare. Anche noi addetti ai lavori che dobbiamo essere sempre aggiornati e ad ogni cambiamento dobbiamo studiare e prendere delle decisioni.

La dedizione, lo studio,il lavoro dell’uomo permette di migliorare le sue esperienze. E allora miglioriamo insieme…

In vacanza si fa amicizia

E’ esattamente come in tutti i settori del lavoro, aggiungerei tutti gli ambiti della vita. E’ importante affidarsi a persone competenti che si impegnano con buona costanza a raggiungere gli obiettivi definiti.

Un’azienda, per avere successo nel Web, ovvero essere visibile e riuscire a convertire le visite in vendite, deve curare molti aspetti come la Brand Reputation, il Seo, il Social Media Marketing, gli annunci a pagamento AdWords di Google, i Banner pubblicitari, i  Blog tematici, i Comparatori di Prezzo, le strategie di Email Marketing e ancora altro.

Allora, se possiamo definire che il mondo Internet è vasto, in continuo aggiornamento, in perenne movimento, arriviamo presto alla conclusione che… [Continua a leggere]

Promuovere un Hotel nelle Marche

Siete titolare di un Hotel nelle Marche? non sapete come sfruttare appieno le potenzialità della vostra struttura? Promuovete la vostra attività sul web con WebMajor

Tante sono le mosse da fare per promuovere una struttura alberghiera sul web. La prima cosa da fare è un sito web con il giusto design, che rispecchi quello dell’albergo, dal quale sia facile effettuare una prenotazione e che contenga tutte le informazione di cui il cliente ha bisogno.

Posizionare un sito sul webPoi, c’è bisogno di posizionare il sito sui motori di ricerca, cosa fondamentale in quanto la maggior parte degli utenti cerca su di essi, l’hotel nella destinazione che gli interessa (es. “Hotel a Jesi“), oppure l’hotel con determinate caratteristiche (es. “Hotel com piscina a Jesi“) e per ognuna di queste ricerche si avranno dei risultati differenti.

Ebbene si, non essere presenti sul web al giorno d’oggi significa essere invisibile a buona parte della clientela interessata, di conseguenza significa perdere potenziali clienti, quindi perdere dei guadagni.

Anche la presenza sui Social Media ha un ruolo fondamentale nella buona promozione di una struttura sul web. Essere presenti su Facebook e Twitter infatti, rende la struttura più vicina al cliente, mostra a chi non ha mai visitato l’hotel quali sono gli aspetti caratteristici della struttura, in modo da dargli una visione più completa e diretta, pur non essendoci mai stato.

Nel prossimo articolo parleremo appunto di questi tre aspetti fondamentali per la promozione di un Hotel sul web e di come Web Major può aiutarvi in questa promozione!

Brand Reputation

La Brand Reputation è l’opinione online che gli utenti hanno di un’azienda, un marchio, una persona fisica, un prodotto, o un servizio.

Reputazione Online Godere di un’ottima reputazione nel web oggi, è fondamentale, ma molto difficile: oramai è abitudine di tante persone quella di consultare il web prima dell’acquisto di un prodotto, della scelta di un servizio o semplicemente della presenza di una determinata attività nelle vicinanze. Cosi come questo avviene prima dell’acquisto, anche dopo di esso, l’utente riporterà la propria esperienza, non mancando di menzionare gli aspetti positivi e negativi, modificando cosi la reputazione dell’azienda.

Le opinioni dei consumatori online, vengono considerate e hanno un peso influente nella percezione del brand e dei prodotti, di conseguenza hanno un ruolo determinante nella fase di decisione dell’acquisto: se un utente legge opinioni positive su un prodotto, tenderà ad acquistarlo, al contrario se dovesse leggere opinioni negative su di esso, l’effetto sarebbe il contrario.

E’ un processo più antico di quello che sembra; se si pensa che un tempo se un ristorante (per esempio) veniva sconsigliato da più persone, tramite il passaparola esso acquisiva sempre più una cattiva reputazione. Ecco la Brand Reputation non è altro che un passaparola globale tra persone che non si conoscono, quindi la potenza che esso ha al giorno d’oggi è moltiplicata per x utenti che lasciano un’opinione sul web.

Studio Seo Marche, Abruzzo, Lazio

E’ quasi superfluo affermare quindi, che ogni azienda ha il dovere di tenere in considerazione cosa si dice di lei sul web, monitorando la propria Brand Reputation, cercando di migliorarla sempre di più. A tal proposito il nostro Studio Seo WebMajor può aiutare un’azienda proprio in questo, monitorando la sua Brand Reputation e intervenendo nelle giuste modalità. Chiedici una consulenza.

Apra sviluppo software per aziende pubbliche e private

Da alcuni mesi è nata una stretta collaborazione tra la ditta Apra (sviluppo software per aziende pubbliche e private) e Webmajor studio seo.

Le tecniche che si possono adottare in più momenti dell’esistenza di un sito, al fine di migliorarne il posizionamento ed incrementare così le visite. Il vantaggio che deriverà dall’essere primi sui motori di ricerca per una determinata keyphrase o semplicemente per una sola keyword, si potranno tradurre, molte volte nel lungo periodo, in guadagni concreti per chiunque utilizzi affiliazioni o venda prodotti.

Scambio di link

Il più diffuso modo per ottenere un backlink è quello di richiederlo direttamente al webmaster. Ovviamente tale azione costerà tipicamente una e-mail in cui si propone lo scambio: nella mia esperienza, tuttavia, non è raro che non abbia mai ricevuto risposta. Di solito non si tratta di scortesia, ma della semplice considerazione che concedere backlink indiscriminatamente è lesivo per tutti. Come abbiamo visto in un mio recente articolo, inoltre, è tipico concedere link il più delle volte all’URL base del sito (miosito.it) piuttosto che ad un articolo specifico (miosito.it/guida-SEO). Questo va sempre tenuto presente ed evidenzia in sintesi che un webmaster importante che vi concede un backlink farà una valutazione della qualità globale dei vostri contenuti, e poi agirà di conseguenza.

La mia preoccupazione per il PR (tipico parametro sintetico di qualità) ridotto a 0 del mio blog, in effetti, si traduce in un disagio sostanziale anche in queste circostanze, anche se bisogna considerare – come ricordava un utente tempo fa su questo blog – che il PageRank è solo uno dei circa 200 parametri stimati da Google durante ogni ricerca. Ottenere link da siti autorevoli non è mai semplice, ma se si continua a produrre contenuto di qualità la cosa potrebbe anche avvenire spontaneamente.

Scrivere articoli contenenti un buon numero di parole chiave

Rendere il vostro sito più visibile si traduce nella scrittura costante di contenuti densi di parole chiave targetizzate.  Potete sia realizzare da zero i vostri contenuti, cercare articoli preconfenzionati da apposite directory oppure acquistare set di articoli girando un po’ per il WEB. Non è raro che vi vengano concessi centinaia di migliaia di articoli multi-tematici a pochissimi euro, ma lì dovrete essere voi abbastanza abili da saperli utilizzare. Il copia-incolla non funzionerà, per la cronaca, per il semplice fatto che molte altre persone potranno averlo fatto prima di voi. Inoltre è inutile scrivere articoli che contengono semplicemente liste di parole chiave, perchè la svolta in senso semantico di Google è ormai preponderante – content is king – e non si tratta, quindi, di banali conteggi di occorrenze. La leggibilità di quello che proponete rimane in ogni caso un requisito fondamentale per il SEO, sia che si tratti di idee originali al 100% sia che si tratti di recensioni o rielaborazioni altrui

se vuoi avere altre informazioni riguardanti il posizionamento ed altre tecniche SEO puoi seguire il GT forum

ricerche e tecniche avanzate per posizionamento nei motori di ricerca